בתי הספר של הקהילה היהודית במילאנו בת
בתי הספר של הקהילה היהודית במילאנו בתי הספר של הקהילה היהודית במילאנו
בתי הספר של הקהילה היהודית במילאנו

Messibat Siddur per le seconde della primaria: i bambini ricevono il libro in un passaggio generazionale

● ● ●

È stato in occasione della festa di Tubishvat che si è svolta, il 25 gennaio, la tradizionale cerimonia di consegna ai bambini delle classi seconde della primaria il loro primo Siddur, il libro delle preghiere quotidiane ebraiche.

La consegna del Siddur

La cerimonia, organizzata dalle morot, si è svolta nella sinagoga della Scuola alla presenza di genitori, nonni, zii e parenti, alcuni dei quali venuti da lontano per l’occasione. Il Beit Kenesset era addobbato con disegni, cartelloni e lavoretti artistici realizzati dalle classi. Alla presenza dell’assessore alle Scuole Dalia Gubbay, il preside della Scuola Marco Camerini e il rabbino capo della Comunità Rav Alfonso Arbib hanno introdotto la cerimonia, sottolineandone l’importanza. Le classi hanno prima recitato le preghiere del mattino e poi ognuno ha ricevuto dalle mani dei parenti il proprio Siddur, in un passaggio generazionale di conoscenza, tradizione e fede. Ogni libro aveva una dedica da parte delle morot e i bambini avevano preparato, per contenerlo, una sacchetta da loro decorata con il loro nome e un disegno della città vecchia di Gerusalemme. Le classi hanno poi ricevuto dal Rav un regalo speciale: per i maschi lo zizit e per le femmine un portacandela per accendere il lume di Shabat. Hanno inoltre ricevuto una scatola di datteri Medjoul, acquistati da un gruppo di nonni che ha voluto in questo modo sostenere Israele.

Il ringraziamento ai bambini

La collaboratrice del coordinatore scolastico per la primaria, morà Diana Segre, ha quindi ringraziato tutta la comunità scolastica e in particolare “i bambini e le bambine perché in questi ultimi mesi hanno capito che la nostra casa, Israele, sta passando un momento difficile e loro sono stati meravigliosi e meravigliose sia nell’accogliere i compagni arrivati da Israele – ai quali tra l’altro ogni tanto mandiamo un saluto, un video – sia nella quotidianità di questi tempi. Hanno sempre mostrato profonda fiducia nelle morot e nella Scuola: ogni giorno hanno portato nelle attività il sorriso, la loro forza di volontà, la voglia di stare insieme, il loro voler capire profondamente quali siano i nostri valori, che non solo ci uniscono ma che Israele porta al mondo”.

I doni del KKL a tutta la Scuola

Grazie alla generosità del Keren Kayemet Leisrael (KKL) tutte le classi della Scuola hanno ricevuto in dono pacchetti di datteri, vetrofanie e una cartolina che ritrae la foresta di Yatir in Israele, la più grande foresta non naturale del paese al cui sviluppo ha partecipato principalmente proprio il KKL Italia. A conclusione della cerimonia, le seconde sono passate quindi negli atrii e corridoi della Scuola cantando, mostrando i loro Siddurim e portando a tutte le classi i doni del KKL.

Claralinda Miano

concept & web design
claralinda.me

Alberto Jona Falco

fotografia
who is
Tutte le foto pubblicate sono soggete a copyright e registrate. Tutti i soggetti ritratti, od i loro tutori, hanno rilasciato regolare liberatoria depositata presso CEM.