Gli ex alunni

La Scuola ebraica è sempre stata un mosaico di culture, idee ed energie in costante divenire: prima scuola ebraica in Italia, fondata nel 1938, intende distinguersi sempre più per l’apertura all’innovazione, forte della sua storia e dei suoi risultati. Si presenta dunque all’esterno come un’istituzione capace di unire e valorizzare il proprio passato con il presente e le aspettative future.

Tra le più importanti innovazioni nel “nuovo corso” della scuola della Comunità Ebraica, figura anche la creazione di Alumni, iniziativa promossa attraverso la “Fondazione per la Scuola della Comunità Ebraica di Milano” ( www.fondazionescuolaebraica.it ).

Generazione dopo generazione, i diplomati ‘eupilini’ prima e gli attuali ragazzi di via Sally Mayer - divenuti ambasciatori di una delle più rinomate scuole italiane - hanno fatto fruttare il bagaglio culturale acquisito, raggiungendo l’eccellenza in ogni campo.

La Scuola Ebraica nel corso degli anni, ha preparato i suoi studenti permettendo loro di essere ammessi nelle università internazionali e nazionali più prestigiose.

Da questa consapevolezza nasce la volontà di creare una community, Alumni appunto, che riunisca persone, che condividono non solo l’esperienza formativa comune, ma anche l’identità ebraica, l’unicità e i valori che la Scuola racchiude in sé; una piattaforma d’interazione, scambio di esperienze e incrocio di professionalità.

Alumni si propone di rafforzare il legame che esiste tra la Scuola e gli ex allievi che vi hanno compiuto gli studi e i nuovi allievi ancora in aula. Sopratutto intende costituire un network internazionale per potenziare ed estendere gli scambi e relazioni in Italia e all’estero, favorendo la diffusione d’idee e di buone iniziative tra generazioni, vera linfa vitale per la crescita e il mantenimento di un sistema produttivo e dinamico.

L’Associazione vuole diventare, in tal senso, un contenitore di esperienze e di attività, un saldo punto di riferimento che continui a essere presente anche nel percorso professionale di chi è passato, nel corso della propria formazione personale, all’interno delle mura della Scuola Ebraica.

Gli associati potranno contare su una solida rete di Job Placement e Replacement e su uno spazio aperto alla condivisione di esperienze.

L’Associazione si rivolge non solo ai diplomati liceali, ma anche agli alunni che hanno frequentato parzialmente un ciclo di studi.

L’Associazione è aperta inoltre a tutti i docenti presenti o passati, al personale ausiliario e a quanti sono interessati a farne parte in qualità di Soci Sostenitori.

Obiettivo principale è creare una comunità unica che interagisca, pur con ruoli diversi, con gli stessi scopi.

Tutti gli alunni e gli ex alunni sono di diritto associati ad Alumni e a partire dall’anno successivo dalla sua fondazione, l’iscrizione verrà rinnovata annualmente all’albo degli iscritti, attraverso il pagamento di una quota associativa. Questa sarà determinata dagli organi di governo e resa pubblica sul sito della medesima istituzione entro il settembre di ogni anno. Gli associati che per fascia di età non utilizzano gli strumenti informatici e multimediali, saranno raggiunti da comunicazioni postali o telefoniche.

Ogni associato avrà facoltà di recedere dall’iscrizione per l’anno successivo dandone comunicazione entro il 31 dicembre dell’anno in corso.

Alla base dell’Associazione e di ciascuna delle sue iniziative vi sono quattro pilastri fondanti: Identità, Community, Innovazione e Formazione.

Tutto il progetto Alumni deve essere supportato da un sito internet, vera finestra aperta al mondo degli iscritti, con lo scopo di comunicare la natura e la mission dell’Associazione, le varie attività di volta in volta proposte, ma anche di accogliere pareri e suggerimenti in uno scambio continuo.

Primo fra tutti, per raggiungere gli obiettivi proposti, è quello di creare un database aggiornato e diviso per fasce di età e per competenze (alunni, ex alunni, docenti, ex docenti, personale ausiliario).

Una volta strutturato il database, e ottenuto il consenso al trattamento dei dati personali comunicati, si decideranno i criteri con i quali contattare gli associati: telefono, newsletter, sms e comunicazioni cartacee. Preziosi mezzi di comunicazione saranno anche il Bollettino della Comunità Ebraica e i vari siti ebraici italiani.

Mentoring

Il Mentoring nasce come forma di reciprocità personale all’interno della comunità dei diplomati e non solo, per creare una relazione fra le diverse generazioni. L’idea è di costruire delle connessioni tra professionisti, l’uno in qualità di Mentor, l’altro in qualità di Junior, in modo che gli associati con maggiore esperienza possano svolgere attività di indirizzo, consiglio e supporto in ambito professionale ai più giovani e non, e agevolando la ricollocazione professionale e favorendo le opportunità di carriera degli alunni.

Così, nell’ambito delle attività di Mentoring, il Junior potrà chiedere consiglio al Mentor non solo nei più importanti passaggi professionali (assunzione, promozione, cambio d’incarico, ...) ma anche in relazione ad aspetti della vita lavorativa quotidiana, come le dinamiche relazionali (con i superiori, i colleghi, etc.) e la crescita professionale (formazione continua, verifica CV, etc.).

In questo modo Job potrebbe associare i profili Mentor-Junior attraverso un’attenta attività di Matchingdelle rispettive caratteristiche individuali, mettendo direttamente in contatto le due figure.

Seguendo tale spirito ciascun alunno, sin dal conseguimento del diploma, potrà godere dell’aiuto e del consiglio di un suo collega più anziano nel suo percorso professionale.

Per l’incarico di Mentor possono candidarsi tutti gli associati che abbiano conseguito il diploma e con un’esperienza lavorativa significativa. Questo tipo di aiuto è offerto su base strettamente volontaria e gratuita e deve svolgersi nei più corretti termini deontologici.

Eventi

Gli eventi sono gli elementi aggreganti per antonomasia, capaci di riunire tutte le fasce di associati: organizzati, a cadenza da decidere, con la mission del foundraising.

Il prossimo grande evento capace di coinvolgere tutti potrebbe essere Alumnia Sport, una giornata organizzata all’interno dei locali della scuola, dedicata a balli israeliani, gare campestri, tornei di carte e scacchi, partite di calcio, pallavolo, badminton e basket.

Per la riuscita della giornata sarà prezioso l’aiuto di Maccabi Milano. Sempre nell’ambito dello sport si pensa di organizzare un evento più circoscritto coinvolgendo lo sport club di Monticello, dove i tornei questa volta saranno di tennis, nuoto e golf.

Un altro grande momento rivolto a tutti gli associati potrebbe essere Alumnia Show Talent, un evento da organizzare con l’aiuto di un professionista d’improvvisazione teatrale (come Eleonora dall’Ovo), permettendo agli ex alunni di esibirsi cantando e recitando nuovamente sul palco dell’Aula Magna e riprovare ‘le stesse sensazioni’ di un tempo .

Per quanto concerne gli eventi monotematici, si propongono feste a tema e un panel di corsi che colpiscano gli interessi di una fascia di utenza molto ampia e che possano attrarre anche gli ex-alunni che per scelte personali si sono allontanati dalla vita comunitaria.

Alcuni di questi:

-Corsi di genitorialità

-Coerenza tra educazione istituzionale e famigliare

-Ulpan vari livelli

-Informazione corretta

-Shoà

-Cinema Ebraico

-Talmud Torà

- Cucine tradizionali

Escursioni tematiche

Dall’analisi dei questionari di valutazione compilati dai partecipanti durante l’evento del 2 giugno, la voce escursioni tematiche è stata tra le più segnalate. Per tanto si crede opportuno iniziare fin da subito a impiegare risorse ed energie nell’organizzazione di tali iniziative. Per la riuscita ottimale di queste visite essenziale sarà l’aiuto dell’assessorato alla Cultura della Comunità Ebraica e del CDEC. Al fine di non sovrapporre eventi di egual natura, fondamentale è il coordinamento con i principali enti ebraici milanesi (Adei Wizo, Keren Hayesod, KKL…)

Oltre a professionisti del settore saranno coinvolti in qualità di guida gli associati stessi.

Varie

Elementi sicuramente da evidenziare nel sito internet, sono l’archivio fotografico, con fotografie fornite dalla Scuola oppure o da membri dell’Associazione e un’area dedicata alle testimonianze scritte o videoregistrate degli associati.

Un ‘bottone’ che preveda la voce Sostienici in cui l’associato trovi i riferimenti per le donazioni ed infine un ‘bottone’ dove si possano trovare tutte le Convenzioni con vari esercenti, come palestre, negozi e ristoranti riservate agli associati e fruibili attraverso un’ Alumnia card dedicata.

A conclusione del lavoro svolto si segnalano alcune persone che durante la manifestazione del 2 giugno hanno messo a disposizione il proprio tempo a favore di iniziative di Alumni e che per profilo e professione si ritiene possano rispondere alle necessità dell’Associazione.